IRONIA: ALCUNE MASSIME DA FIABA

queznky1nzbcqzfdoezgqjk1mde6ntkzymviyzixmdg2zgvizwm4mzzmzjljy2nlotcxzta6ojo6oja

Sin da piccoli siamo stati abituati, presumibilmente dai nostri genitori, a confrontarci con il mondo variegato della fiaba in cui tutto è possibile; si tratta di un genere solitamente sottovalutato, ma d’importanza capitale. Quel che intendo fare oggi, con un pizzico di irriverenza e molto, pugnace, sarcasmo, è stilare un elenco di massime o modi d’agire che le fiabe sembrano suggerirci, rimandando a tempi più propizi un approfondimento assolutamente serio, a riguardo.
Buon divertimento.

1– Se la principessa – alias: il premio in palio – non è bella abbastanza, dev’essere sostituita: c’è sicuramente un’altra nobil signora di bellezza superiore, in un non ben precisato regno lontano lontano, fino a cui il principe, immancabilmente, si spingerà. Perché accontentarsi?

2-Se non sei bionda, non sei una principessa. Nessuno ti amerà mai: i cavalieri non uccideranno draghi per salvarti – perché se sei una principessa, spesso hai bisogno di essere salvata – e gli animali non parleranno con te, né ti aiuteranno quando sarai in difficoltà. Ben triste sorte!

3-Diffida dei tuoi famigliari – in special modo di quelli acquisiti.

4-Se ti assumono con entusiasmo per un apprendistato – e volendo questa regola può essere applicata al nostro mondo, con discreta efficacia – c’è lo zampino del diavolo: attento a non esser trasformato in pesce o in corvo.

5-Salva la vita a qualcuno: può rivelarsi imprevedibilmente utile.

6-Gli anziani danno sempre consigli utili: consultarli quando si è in difficoltà, o quando si perde la (retta) via. Inoltre pare che spesso posseggano oggetti magici che val la pena ottenere: siate gentili.

7-Per ottenere qualcosa – utero, regno, o borsa colma d’oro che sia – bisogna sostenere delle prove: gettare pettini, ungere cardini cigolanti, sfamare animali mostruosi e, via dicendo.

8-Sei un’orrida bestia? Non temere: una donna sensibile e disposta a “guardare oltre” sarà sempre disposta a riscattarti e a sciogliere l’incantesimo – perché la vera bellezza si trova nel cuore. Se sei una donna-mostro rassegnati: morirai raccapricciante e sola proprio come sei nata.

9-Scegli sempre la terza opzione.

10-Non importa se sei un ruvido Ivan il tonto, o un parvenu in cerca di fortuna: quel che conta è il mezzo di locomozione – soprattutto se si tratta di un accessoriatissimo destriero magico.

11-Il principe è una categoria d’uomo peculiarmente distratta: dice che sei l’amore della sua vita ma, dopo il fatidico ballo, si dimentica come sei fatta ed è costretto a cercarti per anni, obbligando dame sconosciute a provare la scarpa che hai perso – o indicendo altri balli. Siate più attenti!

12-I principi sono baciatori seriali: innanzi a corpi di seducenti sconosciute, in stato di morte apparente, non sanno proprio resistere!

13-Psicologia inversa, questa sconosciuta: una stanza chiusa a chiave e proibita esercita un fascino irresistibile.

14-Gli uomini sono onesti, leali, decisi, coraggiosi, costanti, fedeli. E niente, fa già ridere così!

15-Le principesse sono futili e decorative: uteri funzionali a stringere alleanze, allettanti ricompense, seducenti sconosciute dagli abiti sfarzosi. Peccato.

Una NON-PRINCIPESSA.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*